Linux repositories inspector
Linux
2016-03-15
Aliases: wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2), wait3(2)

manpages-it

Italian version of the manual pages

man-pages-it

Italian man (manual) pages from the Linux Documentation Project

manpages-dev

Manual pages about using GNU/Linux for development

man-pages

Linux kernel and C library user-space interface documentation

NOME

wait3, wait4 - attende che i processi cambino stato, in stile BSD

SINTASSI

#include <sys/types.h>
#include <sys/time.h>
#include <sys/resource.h>
#include <sys/wait.h>

pid_t wait3(int *wstatus, int options, struct rusage *rusage);
pid_t wait4(pid_t pid, int *wstatus, int options, struct rusage *rusage);
Macro per test di funzionalità per glibc (vedere feature_test_macros(7)):
wait3():
A partire da glibc 2.19:
_DEFAULT_SOURCE || _XOPEN_SOURCE >= 500
Glibc 2.19 e precedenti:
_BSD_SOURCE || _XOPEN_SOURCE >= 500
wait4():
A partire da glibc 2.19:
_DEFAULT_SOURCE
Glibc 2.19 e precedenti:
_BSD_SOURCE

DESCRIZIONE

Queste funzioni sono obsolete; usare waitpid(2) o waitid(2) nei nuovi programmi.
Le chiamate di sistema wait3() e wait4() sono simili a waitpid(2), ma in aggiunta restituiscono informazioni sull’uso di risorse da parte del processo figlio nella struttura a cui punta rusage.
Oltre ad usare l’argomento rusage, la seguente chiamata wait3() :

wait3(wstatus, options, rusage);
è equivalente a:

waitpid(-1, wstatus, options);
Similmente la seguente chiamata wait4():

wait4(pid, wstatus, options, rusage);
è equivalente a:

waitpid(pid, wstatus, options);
In altre parole, wait3() aspetta qualunque figlio, mentre wait4() può essere usata per selezionare un figlio specifico, o figli, da aspettare. Vedere wait(2) per maggiori dettagli.
Se rusage non è NULL, la struct rusage al quale punta verrà riempita con informazioni di autenticazione sul figlio. Vedere getrusage(2) per i dettagli.

VALORI RESTITUITI

Come per waitpid(2).

ERRORI

Come per waitpid(2).

CONFORME A

4.3BSD.
SUSv1 ha incluso una specificazione di wait3(); SUSv2 ha incluso wait3(), ma l’ha segnata come LEGACY; SUSv3 l’ha rimossa.

NOTE

L’inclusione di <sys/time.h> oggi non è richiesta, ma aumenta la portabilità. (In verità, <sys/resource.h> definisce la struttura rusage con i campi di tipo struct timeval definiti in <sys/time.h>.)

Differenze tra la libreria C e il kernel

Su Linux, wait3() è una funzione di libreria implementata eseguita dalla chiamata di sistema wait4().

COLOPHON

Questa pagina fa parte del rilascio 4.08 del progetto Linux man-pages. Una descrizione del progetto, le istruzioni per la segnalazione degli errori, e l’ultima versione di questa pagina si trovano su https://www.kernel.org/doc/man-pages/.
La versione italiana fa parte del pacchetto man-pages-it v. 4.08, a cura di: ILDP "Italian Linux Documentation Project" http://www.pluto.it/ildp
Per la traduzione in italiano si pu\(&#145;o fare riferimento a http://www.pluto.it/ildp/collaborare/
Segnalare eventuali errori di traduzione a
⇧ Top